Torna alla panoramica

Viticoltura Effetti del riscalamento climatico

Gli effetti del riscaldamento globale sulla viticoltura sono evidenti. Regioni fredde come la Mosella, dove in passato l’uva riusciva a malapena a maturare, acquistano anno dopo anno sempre più qualità.

Entro il 2050 è previsto un riscaldamento di 1-2 °C nelle aree viticole; ciò significherebbe la perdita del 25-70% degli attuali terreni vitati. In alcune aree della Toscana o del Bordeaux il clima risulterà probabilmente troppo caldo o troppo secco per produrre vini di alta qualità. In futuro i produttori dovranno cercare nuove aree di produzione per trovare zone viticole ideali, ad esempio cercando terreni ad altitudini più elevate o più a nord. Dallo spirito attivo e innovativo dei produttori possiamo aspettarci ottimi vini anche in futuro, anche se forse prodotti in luoghi non ancora rinomati.

Il suo enoesperto Jan Schwarzenbach