Torna alla panoramica

Quali vini sono adatti all'invecchiamento?

Oggi i vini medi sono concepiti per un rapido consumo. I grandi vini, i vini dolci, i vini ottenuti da uve speciali, i vini fortificati e gli champagne millesimati possono e anzi dovrebbero essere invecchiati.

Non tutti i vini migliorano con un prolungato invecchiamento in bottiglia. La maggior parte è concepita per un rapido consumo e andrebbe bevuta entro uno o due anni. Anche i migliori vini di qualità hanno una durata limitata che dipende molto dalla specifica annata. Le dimensioni della bottiglia sono altrettanto importanti; l'ideale sono le bottiglie magnum poiché il rapporto tra una minor quantità di ossigeno e una maggior quantità di vino consente una maturazione più lenta.

A questo punto si pone la domanda: quali vini sono adatti all'invecchiamento, ossia quali sviluppano altre qualità e migliorano durante la maturazione in bottiglia?

Vini rossi

Il potenziale di invecchiamento dei vini rossi dipende dalla sufficiente presenza di tannini. Altrettanto importanti, però, sono la varietà d'uva, la limitazione della resa, la bontà dell'annata e il metodo di produzione. Durante l'invecchiamento in bottiglia, i tannini si decompongono e in conseguenza il vino diventa più morbido.

Esempi di vini rossi adatti all'invecchiamento

• Bordeaux: grandi Châteaux di buone annate

• Borgogna: preferibilmente Grand Cru, Premier Cru e appellation comunali

• Côtes du Rhône: Hermitage, Côte-Rôtie, Cornas e i migliori Châteauneuf-du-Pape

• Madiran e Cahors dei produttori più prestigiosi

• DOCG italiani: Brunello / Barolo, ma anche           Sassicaia e Tignanello

• Gran Reserva spagnoli, Barca Velha e Colares portoghesi, Château Musar libanesi

• Vini rossi pregiati americani, in particolare Cabernet Sauvignon. Cabernet Sauvignon selezionati e Shiraz australiani

Vini bianchi

Per poter invecchiare i vini bianchi, è necessario che questi posseggano un certo grado di acidità e dolcezza.

I vini secchi devono quindi avere un alto contenuto di acido tartarico. L'acido costituisce la spina dorsale dei vini bianchi, proprio come i tannini nei vini rossi. Soprattutto i vini bianchi dolci possono essere conservati a lungo a causa dell'alto contenuto di zucchero e l'elevato grado di acidità.

Esempi di vini bianchi secchi adatti all'invecchiamento

• Grandi Borgogna bianchi, Grand Cru e Premier Cru

• Grandi Sauvignon Blanc da Sancerre, Pouilly Fumé o Bordeaux

• Vouvray / Savennières bianchi

• I migliori Riesling provenienti dalla Germania o dall'Alsazia

Esempi di vini bianchi dolci adatti all'invecchiamento

• Sauternes, Barsac

• Vini dolci della Loira

• Tokay ungherese

• Vini tedeschi e austriaci delle categorie Auslese e Trockenbeerenauslese

Spumanti

Fatta eccezione per lo champagne, pochissimi spumanti migliorano con l'invecchiamento in bottiglia. Ma anche tra gli champagne quasi solo le cuvée millesimate e di prestigio aumentano la propria qualità con una più lunga maturazione. Uno Champagne invecchiato è un'esperienza speciale e anche una questione di gusto, poiché il contenuto di anidride carbonica è notevolmente ridotto.

Vini fortificati

Dal momento che sono stati addizionati con alcool e possiedono un elevato contenuto zuccherino, i vini fortificati come il Porto possono in molti casi invecchiare per oltre cento anni.

Esempi di vini fortificati adatti all'invecchiamento

• Porto Vintage portoghese

• Madeira, in particolare Bual e Malmsey

Cinque esempi di vini, dai quali ci si può aspettare un più lungo affinamento in bottiglia: champagne millesimati, vini da dessert, Bordeaux pregiati, vini della Loira bianchi (Savennières) e Porto Vintage.

Testo: List Medien AG / Belinda Stublia