Torna alla panoramica

Primavera nel vigneto: Il vitigno giusto al posto giusto

Nel mese di febbraio abbiamo assistito a un interessante fenomeno nei vigneti. La linfa cominciava a scorrere nelle viti e visto che i tralci vengono tagliati in inverno, la linfa si raccoglie in forma di gocce.

In questi momenti, il vigneto si presenta come un panorama magico, soprattutto alla luce del sole. Con i primi tepori primaverili di inizio marzo, cominciano a spuntare le gemme e già si hanno i primi germogli delle varianti più precoci, come per esempio il vitigno Müller-Thurgau. A partire da questo momento, un’improvvisa gelata primaverile può danneggiare in modo serio i germogli. È per questo motivo che nelle zone più esposte alle gelate non si dovrebbero mai piantare vitigni precoci. Vitigni tardivi, come il Cabernet Sauvignon, che germogliano a fine marzo, offrono maggiori garanzie.

Il suo enoesperto Jan Schwarzenbach