Torna alla panoramica

Imperfezioni naturali

Ad esempio l'acido mucico, che sembra molto peggiore di quanto sia in realtà. Si tratta invece di una componente innocua nei vini prodotti da uve colpite da Botrytis (muffa nobile). È utile conoscere le imperfezioni naturali del vino perché ci si sente più sicuri sapendo che si tratta di pecche innocue e facili da eliminare.

Il vino può presentare a volte delle imperfezioni naturali; in genere si tratta di depositi che non incidono in alcun modo sulla qualità del vino. Chi trova fastidiosi questi sedimenti, può risolvere il problema con la decantazione.

Depositi

Il deposito o sedimento si forma durante la maturazione in bottiglia e soprattutto nei vini rossi. Il deposito può essere polveroso e granuloso (Borgogna rosso) o anche presentarsi sotto forma di piccole zolle nere (Porto Vintage). Il fenomeno è causato dall'aggregazione e precipitazione di sostanze come i fenoli (pigmenti, tannini, pectina, ecc.). Nel vino rosso i depositi si formano quando i pigmenti degli acini d'uva (antociani) si aggregano in fiocchi e scendono sul fondo della bottiglia. Se i pigmenti precipitano, cambia anche il colore del vino.

La presenza di cristalli nel bicchiere è del tutto innocua e significa che il vino è stato poco trattato.

Foto: Mikael Mölstad

Tartaro sul tappo

Nei vini bianchi semisecchi, dolci o botritizzati conservati per un tempo prolungato si formano spesso dei cristalli di tartrato nella parte inferiore del tappo.

Tartaro

Il tartaro si identifica chiaramente come una struttura cristallina riconoscibile dai suoi riflessi di colore. Si presenta spesso nei vini botritizzati o da vendemmia tardiva. 

Il fenomeno si verifica quando l'acido tartarico si combina con i sali di potassio o di calcio.

Un ambiente fresco favorisce la formazione di cristalli di tartrato, che di solito avviene nella bottiglia, ma può verificarsi anche già nella cantina di fermentazione o di conservazione.

In termini di profumo e sapore, i cristalli di tartrato sono del tutto innocui. Per quanto riguarda i vini bianchi, è possibile contrastare anticipatamente la formazione di tartaro ricorrendo alla stabilizzazione a freddo o alla filtrazione. Dal momento che ogni intervento influisce sull'aroma del vino, molti esperti preferiscono lasciare questi cristalli liberi di formarsi.

Weinkristalle im Glas zeugen von einem weniger behandelten Wein und sind völlig harmlos.

Acido mucico

Questo difetto naturale si presenta solo nei vini dolci o botritizzati. Nonostante il nome poco invitante, questo deposito è innocuo. Se l'acido galatturonico non è stabile nel vino, inizia a ossidarsi con il calcio formando così cristalli di mucato di calcio. I depositi di acidi mucico, quindi, sono un segno di buona qualità.

Bee's wing

Sottile pellicola sulla superficie del vino, che ricorda le ali argentate di un insetto. A volte si forma nel Porto invecchiato ed è completamente innocua.

Particelle di sughero

Piccole particelle di sughero presenti nel vino non incidono sul sapore e possono essere rimosse facilmente.

Testo: List Medien AG / Belinda Stublia