Torna alla panoramica

Gli spumanti: Spumanti dolci e secchi

Alcuni spumanti non sono propriamente secchi, ciò vuol dire che essi contengono una certa quantità di zucchero. Questo si aggiunge sottoforma di un liquido prima di sigillare la bottiglia.

La quantità di zucchero viene ad esempio riportata sull’etichetta della bottiglia con la denominazione di «brut». Per legge, uno champagne «brut» contiene da 0-15 g per litro di zucchero. Ma è prassi che tale quantità sia compresa tra 7-12 g/l. Nella Champagne i vini migliori sono etichettati con la denominazione «brut» ed «extra brut». In quest’ultimo caso la quantità di zucchero è compresa tra 0-6 g per litro di zucchero. I migliori prosecchi sono denominati «dry», se la quantità di zucchero è compresa tra 17-32 g/l. A dipendenza della provenienza, uno spumante può essere definito secco o dolce.

Il suo enoesperto Jan Schwarzenbach