Torna alla panoramica

Consigli e trucchi su stappatura/tappi rotti/bottiglie già iniziate/macchie

Per quasi tutte le disavventure con il vino ci sono soluzioni. Non tutti i consigli in circolazione vanno seguiti; e nella maggior parte dei casi esistono degli strumenti professionali che permettono di risolvere eventuali inconvenienti. Ad esempio, il cavatappi a lame che consente di rimuovere facilmente un tappo rotto dal collo della bottiglia.

Stappatura

• La spirale va posizionata in perpendicolare al centro del tappo.

• La spirale deve penetrare per tutta la lunghezza del tappo.

• La spirale deve essere lunga almeno quanto il tappo.

• Il tappo non va estratto con un movimento brusco a causa della pressione dell'aria.

Tappo rotto

• Cavatappi a lame: le lame laterali si infilano con cautela tra il tappo e il collo della bottiglia, poi si tira l'impugnatura girando delicatamente.

• Se proprio non si riesce a estrarre il tappo, meglio spingerlo del tutto nella bottiglia e quindi versare il vino in una caraffa.

• Decapitazione è il nome di un metodo che viene utilizzato per il Porto: tappo e collo della bottiglia vengono riscaldati con una pinza da vino rovente e infine spezzati.

Bottiglie già iniziate

• Congelare il vino in forma di cubetti: quando servono potranno essere scongelati e usati come ingredienti per salse, marinate, gelatine, ecc.

• Oggi esistono vari sistemi per ritardare il deterioramento del vino causato dal contatto con l'ossigeno: pompa sottovuoto, gas inerti in bomboletta spray o semplicemente il metodo che prevede di travasare il vino in una bottiglia più piccola, di richiuderla con il tappo e di porla in frigorifero.

Macchie

• Le macchie di vino rosso su un tessuto bianco possono essere neutralizzate con vino bianco o alcool.

• Cospargere immediatamente con sale e lavare subito con succo di limone.

• Quando la macchia è ancora fresca, strofinarla o tamponare con una salvietta umidificata. Infine sciacquare bene con acqua fredda e pulita.

• Per i tessuti delicati, cospargere la macchia di vino con la farina e poi spazzolarla via.

• In caso di macchie di vino ormai secche, mettere in ammollo il tessuto nel latte o nell'acqua di cottura non salata di patate o fagioli.

• Usare uno smacchiatore in penna come ad es. Ariel Pocket.

Testo: List Medien AG / Belinda Stublia