Torna alla panoramica

Come funziona la classificazione nel Bordeaux?

Il Bordeaux è suddiviso in diversi distretti territoriali come Médoc, Pomerol e Saint-Emilion.

Il più esteso e importante è il Médoc. Nel 1855 gli Châteaux del Médoc sono stati classificati e valutati in base alla qualità. L'aspetto forse più peculiare di questa classificazione è che non premia il vigneto, come in Borgogna o il metodo di coltivazione, come nella Rioja, ma lo Châteaux, cioè il produttore. I Cru Classés del Médoc sono stati suddivisi in 5 livelli: dal 1er al 5ème Grand Cru Classé (GCC). Alla 1ª fascia dei Grand Cru Classé appartengono solo 5 leggendari vini bordolesi, alla 2a  fascia dei Grand Cru Classé 14 vini. La classificazione del Saint-Émilion si sviluppa in modo terziario. Prevede i Premiers Grands Crus Classés suddivisi in categoria «A» e «B» e i Grands Crus Classés: la posizione più ambita è la «A». Ogni dieci anni la classificazione viene modificata. Le cose cambiano ancora nel Pomerol, dove praticamente non esiste nessun tipo di classificazione. Dal momento che ogni sottozona ha le sue regole, chi non le conosce abbastanza riuscirà con difficoltà a inquadrare il vino dalla sua classificazione.

Il suo enoesperto Jan Schwarzenbach