Aromi e sapori del vino

Il vino offre un’enorme varietà aromatica, per questo ogni appassionato impara presto a riconoscerne le diverse note olfattive e gustative. Scoprite gli innumerevoli aromi del vino, dal fruttato al terroso, e trovate quello che incontra meglio i vostri gusti.Di vini ce ne sono a profusione: aromi e sapori variano a seconda della regione e del vigneto di provenienza. E voi come li preferite? Fruttati e frizzanti o con sentori di terra e legno? Abbiamo preparato per voi una lista dei diversi aromi e dei vini che meglio li rappresentano. Buona degustazione!

Terroso

Alle note terrose appartengono tutti gli aromi minerali, come la pietra focaia o il calcare, e quelli legati al suolo, come sottobosco, terriccio, muschio e foglie bagnate.

Vegetale

Tra gli aromi vegetali rientrano le note di eucalipto, foglie di tabacco e foglie di pomodoro. Questa categoria comprende anche fieno, tè e i sentori erbacei e di ortaggi come asparagi, peperoni verdi o cavolo.

Floreale

Spesso nel vino si avvertono note floreali, per esempio di violetta, rosa, fiore di sambuco, acacia e fiore di castagno.

Fruttato

L’affinamento dei vini fruttati ha luogo in contenitori neutri, come i tini d’acciaio. Diversamente da quanto accade nelle botti di legno, durante la fermentazione si sprigiona un marcato sentore fruttato che predomina soprattutto nei vini giovani.

Balsamico

Gli aromi microbiologici comprendono note di lievito (pasta, brioche, pane), note lattiche (latticello, formaggio, latte) e note animali (cuoio, muschio, cavallo, tartufo nero).

Caldo affumicato, tostato

Gli aromi tostati di caffè, chicchi di caffè, caramello, pane tostato e legno derivano dall’affinamento in botti di rovere o da tecniche alternative come i trucioli di rovere.

Speziato

Le note speziate coprono tutto lo spettro delle erbe aromatiche, come menta e rosmarino, e delle spezie, come vaniglia, cannella, noce moscata, pepe e liquirizia.