Torna al profilo

Women power - Il futuro è donna

Le viticoltrici sono riuscite finalmente a ritagliarsi il proprio spazio all'interno del mondo enologico. Un successo tutt'altro che scontato, visto che fino a poco tempo fa la viticoltura era appannaggio esclusivo degli uomini.

Farsi accettare nel settore agli inizi negli anni Ottanta è stato tutt'altro che semplice per la famosissima viticoltrice vallesana Marie-Thérèse Chappaz. Ines Rebentrost, maestra cantiniera della tenuta Schlossgut Bachtobel in Turgovia, nel 1996 è stata trattata con condiscendenza quando ha chiesto informazioni sul corso di enologia proposto dalla scuola universitaria professionale di Wädenswil.

Per fortuna quei tempi sono ormai passati, anche se il ruolo della donna nel mondo enologico continua a essere messo in discussione. Il presunto sesso debole è in grado di produrre vini eccellenti? Il lavoro nei vigneti e in cantina non è troppo faticoso? Se si assaggiano senza preconcetti i prodotti di qualità di molte viticoltrici, simili domande non si pongono affatto. I risultati nel bicchiere cancellano qualsiasi dubbio.

La viticoltrice tedesca Eva Vollmer dell'Assia Renana riassume così il suo punto di vista: «Le donne hanno una visione diversa e talenti diversi rispetto agli uomini». Ed è un bene, perché la diversità vivacizza il settore. Produttrice impegnata, Eva Vollmer ha trasformato l'azienda agricola di famiglia in una prestigiosa tenuta vitivinicola nota per i suoi vini sfaccettati, dotati di profondità e carattere. Caratteristiche che ritroviamo anche nel mio Pinot bianco Edition Peter Keller 2017, proposto da Mondovino come vino del mese di settembre, che non mancherà di entusiasmare i veri intenditori.

Ma Eva Vollmer è in buona compagnia: da quattro anni Mondovino propone in esclusiva i magnifici Riesling di Eva Fricke prodotti nel Rheingau. La viticoltrice tedesca ha creato la sua piccola tenuta da zero e senza aiuti di mecenati, ma con passione e impegno. Altre donne hanno la fortuna di poter sviluppare un'azienda già esistente, come Silvia Heinrich del Burgenland austriaco. Anche lei ha già imbottigliato un vino in esclusiva per l'Edition Peter Keller. Ma sono tante le viticoltrici che mi colpiscono per i risultati ottenuti, come Filipa Pato in Portogallo, Amélie Berthaut in Borgogna o Arianna Occhipinti in Sicilia, per citare solo alcuni nomi. Con i loro nettari pregiati arricchiscono il panorama enologico e dimostrano che... il futuro è donna!

Peter Keller

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti