Torna al profilo

Rioja una terra ricca di varietà

La Rioja è la prima zona vitivinicola della Spagna. I consumatori apprezzano soprattutto i vini nobili, realizzati nel nord di quest'area e ottenuti al 90 per cento da vitigni a bacca rossa. Posta su entrambe le sponde del fiume Ebro, la Rioja gode dell'interazione ottimale di due diversi climi: il mediterraneo e l'atlantico.

Le temperature sono miti e le precipitazioni contenute, con una media di 400 litri per metro quadrato.

Si tratta di una regione complessa suddivisa in tre zone con caratteristiche profondamente diverse tra loro. La Rioja Alta comprende il territorio circostante la città vitivinicola di Haro. Qui predominano gli influssi del clima atlantico e i terreni sono soprattutto argillosi-calcarei e argillosi-ferrosi. La Rioja Alavesa è situata a nord dell'Ebro ed è anch'essa fortemente influenzata dal clima atlantico.  I vigneti crescono su terreni argillosi-calcarei, in parcelle relativamente piccole e spesso terrazzate.  La terza sottozona chiamata Rioja Baja si trova in una posizione più centrale e, grazie all'influsso del Mediterraneo, gode di un clima più secco e caldo rispetto alle altre due.  Qui dominano i terreni alluvionali e quelli argillosi-minerali.

Questa varietà dà vita a tipologie di vini diverse in base al luogo di origine. A giocare un ruolo altrettanto importante sono anche il metodo e i tempi di affinamento utilizzati, che determinano tre categorie di Rioja: i Crianza in genere vengono commercializzati dopo tre anni e prevedono un anno di affinamento in botte di rovere a cui seguono diversi mesi in bottiglia. I Reserva sono di maggior pregio, per questo riposano un anno in botte e due anni in bottiglia. Il livello massimo è rappresentato dai Gran Reserva, vini eccellenti di annate eccezionali che vengono affinati almeno due anni in botte di rovere e in bottiglia per i tre anni successivi.

Da alcuni anni la Spagna ha introdotto una nuova classificazione che definisce una zona d'origine ben precisa: il Vino de Pago. Si tratta del massimo livello qualitativo riconosciuto dalla legislazione spagnola in materia vitivinicola, almeno sulla carta. Sono soprattutto le singole aziende a ottenere questo riconoscimento. La nuova classificazione è essenzialmente una conseguenza dell'enorme successo internazionale riscosso dai vini superlativi prodotti nella Rioja, ma anche nel Ribera del Duero e nel Priorat. Pertanto i vini de Pago provengono soprattutto da un numero esiguo di denominazioni famose.

Peter Keller, Marzo 2017