Torna al profilo

Juliane Eller

Un nome tedesco da tener a mente.L'Assia Renana è la maggiore regione vitivinicola tedesca e per anni è stata caratterizzata da una produzione in massa di vini di poco pregio come il Liebfrauenmilch.

Per fortuna la situazione è cambiata. Una serie di aziende affermate ha puntato alla qualità e ad esse si è aggiunta una giovane generazione di viticoltori innovativi e talentuosi. A queste nuove leve appartiene la 26enne Juliane Eller, ancora poco nota in Svizzera, ma destinata a far parlare di sé.

Tre anni fa Juliane ha preso le redini della tenuta vitivinicola dei genitori, rivoluzionandola completamente. Oggi la vendemmia meccanica e i vini in botte hanno lasciato il posto a nettari di qualità prodotti con uve raccolte a mano. Sicura di sé e amante del rischio, Juliane Eller ha dato vita a una propria linea di vini: i Juwel. "La decisione mi è costata  alcune notti insonni", ricorda la viticoltrice. Le uve sono come gemme allo stato grezzo e Juliane le trasforma in gioielli scintillanti.

A distanza di pochi anni i risultati fanno già intuire che in Assia Renana si sta facendo strada un nuovo talento pronto a conquistare il mondo enologico.  La Eller intende creare prodotti che portino la sua firma. Ovvero: nettati preziosi, filigranati, lineari, ricchi di tensione, vibranti ma senza fronzoli. Juliane produce bianchi secchi, riduce gli interventi in cantina al minimo indispensabile e non ammette additivi durante la lavorazione. "Mi sentirei la coscienza sporca se aggiungessi una polvere chimica nel tino", ci confida.

È inoltre in procinto di convertire all'agricoltura biologica i suoi 20 ettari di vigneti che crescono su suoli ricchi di calcare, marna argillosa e löss. Nella tenuta ci si concentra su cinque vitigni: Riesling, Silvaner, Grauburgunder, Weissburgunder e Pinot noir (Spätburgunder). Che si tratti di Gutswein, Ortswein o Lagenwein, tutti i vini Jewel si distinguono per un eccezionale rapporto qualità-prezzo e, come dimostrano le degustazioni alla cieca, tengono perfettamente testa ai loro corrispettivi molto più costosi.

Di fatto la Eller non era certa di voler diventare una viticoltrice. Avrebbe preferito dedicarsi alle scienze motorie e sportive, ma a volte il destino ha progetti diversi per noi. Un praticantato presso la tenuta vitivinicola di fama mondiale Klaus Peter Keller, situata anch'essa in Assia Renana nelle immediate vicinanze di casa, l'ha convinta a dedicarsi a questa antica professione.   In seguito ha studiato enologia e viticoltura presso l'Istituto di Ricerca di Geisenheim. Ed è stata una decisione vincente, come dimostra il Weissburgunder 2016, firmato da Peter Keller per la NZZ. Una vera perla enologica in grado di conquistare anche i palati più raffinati sotto ogni punto di vista.

Peter Keller, aprile 2017

Rheinhessen Edition Peter Keller Riesling Juwel Weine 2017


Top-Riesling aus Rheinhessen
enoesperto Peter Keller
Valutazione di esperti

Vai al prodotto
CHF 22.50
75cl (10CL = 3.00)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
al carrello Aggiungi le bottiglie
6

disponibilità

Rheinhessen Weissburgunder Juwel Weine firmato da Peter Keller 2016

Da un vitigno piuttosto neutrale come il Pinot bianco, la giovane viticoltrice tedesca Juliane Eller riesce a ottenere vini ricchi di sfumature e tensione. L'aromatico vino firmato da Peter Keller per la NZZ viene pigiato a mano e presenta un bouquet complesso con note di erbe aromatiche e frut … Vai al prodotto
CHF 18.50
75cl (10CL = 2.47)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
al carrello Aggiungi le bottiglie
6

disponibilità