Torna al profilo

Austria

Un inno ai vitigni autoctoni. A rendere speciale il mondo enologico è la sua varietà. La grande molteplicità di vitigni, infatti, dà origine a stili molto diversi tra loro.

Il più delle volte a riempire le bocche, non solo in senso figurato, sono le denominazioni più famose come Cabernet Sauvignon, Pinot noir, Syrah, Chardonnay e Sauvignon blanc . Tuttavia, negli ultimi anni hanno acquisito più popolarità anche le uve autoctone, strettamente legate al loro territorio d'origine. Uno di questi territori è l'Austria: qui il Grüner Veltliner si fa degno rappresentante dei vitigni a bacca bianca, mentre tra i rossi si distinguono lo Zweigelt, il St. Laurent e il più pregiato Blaufränkisch.

L'Austria vanta una superficie vitata di quasi 47’000 ettari, coltivati per un terzo con uve a bacca rossa. Con una quota del 6,5%, il Blaufränkisch è una specialità del panorama enologico del Paese, dove ricopre un ruolo particolare: il vitigno è infatti molto esigente per quanto riguarda il terroir, ma allo stesso tempo esprime perfettamente le proprie origini. Le viti che crescono su un terreno limoso pesante danno origine a vini molto diversi rispetto a quelli prodotti da uve coltivate su terreni scistosi o calcarei. Questo vitigno ottenuto dall'incrocio Blauen Zimmertraube e Weisser Heunisch è tipico del Burgenland. La parte centrale della regione è infatti considerata la patria del Blaufränkisch. È da qui che provengono anche i vini della tenuta Strehn, disponibili in esclusiva da Mondovino.

Il Blaufränkisch può essere prodotto con o senza affinamento in barrique. Le bottiglie più accessibili, caratterizzate da un frutto marcato, sono pronte alla beva in tempi brevi. I vini affinati in legno, invece, hanno bisogno di più tempo: nonostante da giovani risultino piuttosto irruenti, i tannini pronunciati e l'acidità ben presente conferiscono loro un ottimo potenziale di invecchiamento. Nel migliore dei casi si ottengono vini dalla struttura intensa, eleganti e complessi. "Ci si deve semplicemente affidare della natura, osservarla e vivere in costante dialogo con lei": così recita il motto della tenuta Strehn nel Burgenland centrale. Le migliori uve sono infatti frutto del vigneto. Alle cantine spetta solo il ruolo di lavorarle con cura per dar vita a vini straordinari. Oggi l'Austria può vantare cru autoctoni che costituiscono la fortuna della sua produzione enologica, alla quale la tenuta Strehn partecipa attivamente. Il Blaufränkisch Alte Reben 2015, novità nel mercato svizzero, è la bottiglia ideale per avvicinarsi alla varietà di questo vitigno.

Rheinhessen Edition Peter Keller Riesling Juwel Weine 2017


Top-Riesling aus Rheinhessen
enoesperto Peter Keller
Valutazione di esperti

Vai al prodotto
CHF 22.50
75cl (10CL = 3.00)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
84
85
86
87
88
89
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104
105
106
107
108
109
110
111
112
113
114
115
116
117
118
119
120
al carrello Aggiungi le bottiglie
6

disponibilità