Riesling x Silvaner

La coltivazione di questo vitigno ad alta resa tende in tutto il mondo a diminuire. Il vino ottenuto dalle sue uve contiene poca acidità, è fruttato ed ha un certo sapore di moscato.

Il vitigno creato nel 1882 dal Dott. Hermann Müller è oggi la seconda varietà più diffusa in Germania. Per oltre un secolo si è pensato che si trattasse di un incrocio tra Riesling x Sylvaner. Nel 1996, in seguito ad alcune analisi del DNA, si pensò dapprima che fosse un incrocio tra Riesling x Chasselas, ma poco dopo questa affermazione è stata corretta: i suoi veri genitori sono Riesling e Madeleine Royale.

Questo vitigno ad alta resa ha bisogno di terreni ricchi di sostanze nutritive e climi freddi; nella maggior parte dei casi è vinificato secco. I vini freschi e fruttati, a basso contenuto di acidità, vanno bevuti giovani e hanno un colore giallo chiaro pallido.

Nella Nuova Zelanda, i vini hanno un tipico carattere floreale aromatico, che deriva dalla bassa resa del vitigno. Il nome Rivaner si riferisce a un tipo di vinificazione (macerazione a freddo) delle uve Müller-Thurgau e, da quando è stata corretta la genitorialità, non è più utilizzato come sinonimo per il Müller-Thurgau – Ri(esling) x (Syl)vaner.

E tanti altri vitigni

I nostri vini consigliati: Riesling x Silvaner

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti