Torna alla panoramica

Gialdi Vini

La Gialdi Vini SA è stata fondata nel 1953 da Guglielmo Gialdi ed è attualmente diretta dal figlio Feliciano.

 

Dedita dapprima al commercio di vini, l’azienda conosce una svolta nel 1984 quando Feliciano decide di acquistare una cantina situata nella Bassa Leventina e inizia la produzione di vini ticinesi. Grazie a notevoli e continui investimenti nelle cantine di Mendrisio e Bodio, oggi la Gialdi Vini – che controlla anche le aziende Brivio (dal 2001) e Zamberlani (dal 2006) – vinifica complessivamente quasi un milione di chilogrammi di uva all’anno. La vasta linea dei prodotti Gialdi propone soprattutto vini del Sopraceneri, ottenuti con uve acquistate da ben trecento viticoltori provenienti da Bassa Leventina, Riviera e Valle di Blenio, che con passione coltivano la vigna da generazioni. L’azienda ha recentemente ampliato, equipaggiandole della migliore tecnologia, le cantine di produzione e rinnovato diversi stabilimenti di sua proprietà, tra cui le sue splendide tipiche cantine mendrisiensi. Costruite a ridosso della montagna, queste sfruttano le correnti d’aria che circolano all’interno del massiccio del Monte Generoso garantendo una temperatura stabile tutto l’anno e un clima ideale per l’invecchiamento dei vini. Qui, nelle barriques, invecchiano i vini migliori. In alcuni spazi antichi riattati sono state inoltre create una foresteria per degustazioni e una sala multiuso per riunioni e conferenze. Grazie all’impegno dell’azienda volto a produrre vini di alta qualità e legati al territorio, la Gialdi Vini si situa ai vertici della produzione vinicola ticinese.

Quattromani

I quattro viticoltori ticinesi Guido Brivio, Angelo Delea, Feliciano Gialdi e Claudio Tamborini si sono associati nel 2000 per produrre insieme un vino che hanno battezzato «Quattromani». Questo nettare di alta gamma nasce da uve Merlot coltivate nel Mendrisiotto, Luganese, Locarnese e nelle Tre Valli. Cresciute sulle viti più vecchie, le uve vengono accuratamente selezionate, quindi vinificate separatamente presso i quattro viticoltori che, in seguito, procedono a degustazioni minuziose, prima di decidere in merito all'assemblaggio finale. Il Quattromani è affinato, poi, per 16 mesi in barrique di quercia francesi nuove. Proprio per la sua complessità, conviene lasciar invecchiare questo vino ancora qualche anno, visto il suo ottimo potenziale di conservazione.

Nazione Svizzera
Regione Ticino
Website www.gialdi.ch

La nostra selezione di: viticoltori & aziende vitivinicole

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti