Torna alla panoramica

Cave de la Côte

Tutto è iniziato con una manciata di viticoltori di Morges e dintorni che hanno deciso di fondare insieme una cantina sociale. Era il 1929. Un po' alla volta altri vigneron si sono uniti al gruppo e il loro esempio è stato seguito da villaggi e tenute. Sono state incluse nuove parcelle e denominazioni come Nyon, Cossonay, Tolochenaz, Bursinel, St-Prex, Vinzel, Féchy e Perroy, Luins, Rolle e Mont-sur-Rolle.

Oggi Cave de la Côte riunisce 1800 parcelle di diverse dimensioni e si estende da Losanna a Satigny su una superficie di 450 ettari, che corrisponde a un quarto della regione vitivinicola di La Côte. Si può pertanto considerare la maggiore delle piccole cooperative con circa 300 produttori di vino e diverse tenute di spicco del panorama enologico svizzero come lo Château Malessert (Féchy) e lo Château de la Bâtie (Vinzel).

Ma non dimentichiamo i piccoli viticoltori che arricchiscono questa realtà con la propria identità e le peculiarità dei loro vigneti, invece di svanire in una grande struttura anonima con una produzione standardizzata. Per Cave de la Côte è importante preservare l'individualità di ogni vino, per questo nel processo produttivo il viticoltore collabora con il team di enologi e mastri cantinieri. Perché Cave de la Côte appartiene davvero ai vigneron ed è fedele al principio che sta alla base di una cooperativa.

Nazione Svizzera
Regione Vaud
Website https://www.cavedelacote.ch/

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti