Torna alla panoramica

Tenuta Cappallotto

La Tenuta Cappallotto di Serralunga d'Alba oggi è sinonimo dei grandi vini delle Langhe, in particolare il Barolo.

Daniele Lanzavecchia nacque più di 100 anni fa, nel 1887, alle porte del Monferrato, nelle vicinanze di Alessandria. All'epoca il Piemonte era ancora una regione in gran parte dominata da un'agricoltura mista. Tuttavia, in un'area in prossimità di Alba, nella Provincia di Cuneo, un vitigno pregiato chiamato Nebbiolo era già trasformato in un vino molto particolare: il Barolo.

Anche Daniele Lanzavecchia trasformò progressivamente il suo piccolo vivaio in un'azienda vitivinicola e iniziò a sperimentare con le uve del Piemonte. Ma solo il figlio di Daniele, Piero, giunse alla convinzione che la zona più adatta per la viticoltura erano le Langhe, la regione in cui si produce anche il Barolo. Nel cuore di quest'area fondò l'attuale azienda nel 1959, acquisto vari ceppi di vite a Serralunga d'Alba, uno dei comuni in cui si può produrre il Barolo, e costruì una cantina. I suoi vini eccellenti fecero la loro comparsa sul mercato con il marchio Villadoria.

Oggi il figlio di Piero, Daniele, dirige l'impresa insieme alla figlia Paola.

Il cuore dell'azienda è oggi la Tenuta Cappallotto di Serralunga d'Alba, con 20 ettari di vigneti ai quali è annesso anche un agriturismo. Qui si vinificano Nebbiolo (per il Barolo), Moscato, Dolcetto e Barbera: vini piemontesi con il Goût de Terroir.

Nazione Italia
Regione Piemonte
Website www.cappallotto.it

La nostra selezione di: viticoltori & aziende vitivinicole

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti