Torna alla panoramica

Feudi di San Gregorio

Feudi di San Gregorio è oggi il marchio simbolo del rinascimento enologico del meridione d'Italia e di una cultura del bere volta a riscoprire l'identità dei sapori mediterranei.

Si valorizzano i vitigni del Sud Italia come l'Aglianico, il Fiano di Avellino e il Greco di Tufo, si investe nella terra e nella tradizione secolare della viticoltura irpina, restituendo un futuro a un patrimonio paesaggistico unico.

Fondata nel 1986 da due famiglie originarie dell'Irpinia, Feudi di San Gregorio affonda le sue radici in Sorbo Serpico nella provincia di Avellino. Fin da principio l'azienda si è impegnata per preservare e ricreare alcuni prodotti autentici di qualità e realizzare uno standard qualitativo che rispettasse anche i requisiti più severi del mercato.

L'Irpinia, regione storica dell'Appennino campano, è un territorio vitivinicolo unico, in cui i vigneti coesistono da sempre con frutteti/alberi da frutto, boschi, ulivi, erbe aromatiche.

Territorio aspro e dolce insieme, dalle connotazioni forti e sensazioni intense.

Un entroterra antico le cui vigne trovano testimonianza già nei testi di Plinio, Columella e Strabone. La giacitura dei suoli del territorio irpino è molto varia: un continuo succedersi di montagne, colline, pianure, intervallate da corsi d'acqua.

La configurazione orografica determina un regime dei venti che regala alla regione una buona piovosità e crea un microclima che la differenzia nel contesto campano: la vegetazione è varia e densa; gli inverni, pur brevi, sono rigidi e nevosi e le estati miti e prolungate.

Nel 2004 è stata inaugurata la nuova tenuta, con l'intento di coniugare la profondità della nostra tradizione con un progetto architettonico d'avanguardia.

Se si sale la collina verso Sorbo Serpico, ci si addentra in un mondo magico, tra specchi d’acqua inaspettati, giardini di spezie e roseti in fiore. La sorpresa più grande è però all'interno della cantina: la lunga bottaia che ospita i vini rossi. L'intento è di andare oltre il concetto di cantina, facendola diventare un forum, un luogo d'incontro, di confronto, di conoscenza, di meditazione, un laboratorio di idee e cultura, un luogo di accoglienza e ristoro.

Al progetto hanno partecipato professionisti di livello mondiale: l'architetto giapponese Hikaru Mori ha avuto l'arduo compito di dare unità architettonica alle strutture preesistenti, sviluppatesi nel tempo. Massimo e Lella Vignelli, simboli del design italiano nel mondo, hanno progettato gli arredi e gli interni.

La cultura dell'accoglienza rappresenta da sempre il valore‐simbolo della Feudi di San Gregorio. Per noi la cantina è qualcosa di più di una dimora del vino: è un luogo dove il sapere, la tradizione, la passione e il legame al territorio vengono vissuti profondamente e trasmessi con orgoglio al visitatore.

Molteplici le proposte per chi vuole visitare la cantina o farsi guidare in una degustazione di vini e dei prodotti tipici del territorio.

Nazione Italia
Regione Campagnia
Website https://www.feudi.it/

La nostra selezione di: viticoltori & aziende vitivinicole

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti