Torna alla panoramica

Maison Albert Bichot

Fondato nel 1831, il Domaine Albert Bichot è oggi gestito da Albéric Bichot, rappresentante della sesta generazione della famiglia.

Siccome i possedimenti del «domaine» sono sparsi un po’ per tutta la Borgogna, Albert Bichot ha allestito quattro tenute: Château Long-Depaquit a Chablis, Domaine du Clos Frantin a Nuits-Saint-Georges, Domaine du Pavillon a Pommard e Domaine Adélie a Mercurey. Affinché il tragitto percorso dalla frutta per raggiungere la cantina sia il più breve possibile, ciascuna di queste tenute produce il vino utilizzando le uve che crescono nelle circostanti appellation. Sebbene tutte le tenute appartengano interamente a Albert Bichot, sull’etichetta della bottiglia campeggia anche il nome di ogni singola cantina, in modo tale che risulti chiaro dove sono state vinificate le uve.

Siccome la qualità di un vino ha origine nelle vigne, Albert Bichot impiega due persone che, durante tutto l’anno, si occupano esclusivamente di verificare il rispetto delle severe direttive di qualità nei vigneti. Ciascun vigneto, non importa se di proprietà della tenuta o gestito da lunga data da un fornitore d’uva, viene regolarmente ispezionato. Alain Serveau, capo enologo da molti anni, ritiene che gli elementi fondamentali dei vini di Albert Bichot siano aromi di frutta matura e tannini maturi. Prima di ogni vendemmia, Monsieur Serveau visita i vigneti e assaggia i vinaccioli per valutare la maturità dell’uva. I vini devono risultare morbidi e presentare un fruttato intenso e pieno in modo che anche gli appassionati più giovani e le generazioni future si possano avvicinare senza timori ai grandi vini della Borgogna.

Nazione Francia
Regione Borgogna
Website www.bourgogne-bichot.com