Torna alla panoramica

Domaine des Varoilles

Lo svizzero Gilbert Hammel ha acquistato questa tenuta di dieci ettari nel 1990. Per Gevrey-Chambertin si tratta di una tenuta piuttosto importante considerando che in questa regione una proprietà, in media, non supera i cinque ettari.

Il Domaine des Varoilles comprende vigneti in sette diverse appellation, di cui 1,4 ettari sono classificati come Grand Cru, 7,1 ettari come Premier Cru, e 1,5 ettari come Village.

All’epoca l’acquisto della tenuta rappresentava un investimento piuttosto importante, e Hammel rifletté a lungo prima di compiere il gran passo. Dopo l’acquisto egli ha dovuto investire ancora ingenti somme nella cura dei vigneti e, da allora, ha regolarmente modernizzato l’intera dotazione di cantina incluse cisterne, torchio, banco di cernita e botti di legno. Grazie a una ristrutturazione della cantina eseguita dodici anni fa, Hammel è inoltre riuscito a eliminare completamente le pompe: oggi il vino si muove in virtù della sola forza di gravità, consentendo così una lavorazione particolarmente delicata del mosto e dei vini. Per riuscire a trattenere nel vino la maggior parte degli aromi fruttati in filigrana, durante la fermentazione le cisterne vengono raffreddate.

Le botti nuove vengono impiegate con molta parsimonia affinché il carattere del terroir e la frutta possano esprimersi alla massima potenza. Ogni settimana Gilbert trascorre due giorni nella sua tenuta per poter seguire da vicino i lavori nei vigneti, la vendemmia e l’affinamento dei vini. Oggi, a 25 anni di distanza, una cosa è certa: l’investimento e il dispendio di mezzi ed energie sono stati ampiamenti ripagati. I vini hanno raggiunto un livello qualitativo impressionante e dall’annata 2011 ottengono regolarmente valutazioni dai 90 punti in su anche da Allen Meadows, il più noto esperto di vini della Borgogna.

Nazione Francia
Regione Borgogna
Website www.domaine-varoilles.com