Torna alla panoramica

Château Moulin de Clotte

Françoise Lannoye è figlia di un agricoltore e originaria di Dunkerque. Nel 2001 ha acquistato una tenuta di 40 ettari a Castillon nella regione di Côtes de Bordeaux.

Lo Château Moulin de Clotte fa parte dell'appellation Castillon, sulla sponda destra della Dordogna. La tenuta si situa a circa 15 km a est di Saint-Émilion. Il nome Clotte sta a indicare un borgo che sorge attorno a una fonte d'acqua.

Per molto tempo questa interessante azienda vitivinicola venne soprannominata «Près Saint-Émilion», ossia «situata nei pressi di Saint-Émilion», mentre la tenuta vera e propria venne fondata nel 1890.  Oggi Castillon appartiene alla famiglia dei cosiddetti Côtes de Bordeaux. Con questo nome si definiscono i vini di numerose sottoregioni accomunate da un denominatore comune: le vigne sono tutte coltivate su zone declive, spesso affacciate sulle acque della Garonna, della Gironda o della Dordogna. Negli ultimi anni molte prestigiose tenute di Saint-Émilion hanno investito a Castillon e nei suoi dintorni per produrre vini a basso prezzo in stile Saint-Émilion. Françoise Lannoye la pensa diversamente. Per lei i vini dell'appellation hanno un carattere distintivo: coniugano soavità, fruttuosità e freschezza. La sua cuvée Vieilles Vignes proviene da una parcella di due ettari con piante di Merlot vecchie di 60 anni che crescono direttamente davanti all’ingresso della cantina. I suoli calcarei e argillosi danno origine a un Castillon particolarmente equilibrato e gradevole che viene affinato per soli 12 mesi in botti di legno (percentuale di botti nuove: 40%) per ottenere il carattere fruttato. Questa energica vignaiola proveniente dal nord della Francia ma si è perfettamente integrata nella regione tanto che oggi presiede l’Associazione dei viticoltori dell’appellation e presto lascerà le redini dell'azienda alla figlia Céline. Françoise Lannoye è proprietaria di altre due tenute: Château Ambe Tour Pourret Grand Cru a Saint-Émilion e Château Lanbersac a Puisseguin.