Torna alla panoramica

Château Limbourg

La storia dello Château Limbourg e della famiglia Maufras ha inizio con l'acquisto di un'altra tenuta di 50 ettari, lo Château Pontac-Monplaisir da parte del nonno Auguste nel 1920.

Nel 1952 il figlio Jean comprò lo Château Limbourg anch'esso situato nell'Appellation d'origine contrôlée Pessac-Léognan. Qui a sud della città di Bordeaux le temperature sono in media di due gradi superiori rispetto al Médoc. Per questo motivo i vini per il Bordeaux sono pieni e morbidi. I 16 ettari di vigneti dei Limbourg sono coltivati prevalentemente a Merlot, seguito dal  Cabernet Sauvignon e in minor misura dal Sémillon e Sauvignon Blanc La produzione annua si attesta intorno a 100'000 bottiglie di cui tre quarti di vino rosso.
Il proprietario Jean Maufras è un perfezionista e ama misurarsi con i migliori. Utilizza ad esempio nell'affinamento in legno botti bordolesi al 100%, un fatto, questo, molto inusuale in Borgogna. Ha inoltre inventato un'etichetta arancione, molto vivace perché sa che il packaging di un vino è importante e si rivolge così a un pubblico giovane e metropolitano.
Per la sua classe di prezzo, il vino si presenta straordinariamente corposo e complesso. Rene Gabriel ha assegnato 18 punti all'annata 2014 dello Château Pontac-Monplaisir, adiacente allo Château Limbourg e anch'esso di proprietà della famiglia Maufras.  Il Limbourg è allo stesso livello e merita la medesima valutazione.