Torna alla panoramica

Château Grand-Maison

Nel 2004 due amici hanno realizzato il sogno di possedere una loro tenuta vinicola: stiamo parlando dell'enologo Hervé Romat, del commerciante di vini François Tailliez e dello Château Grand Maison, una piccola ma eccellente tenuta dell’appellation Côtes de Bourg.

L’appellation Côtes de Bourg è una piccola superficie vitata sulla sponda destra della Gironda, a circa 40 km a nord di Bordeaux.  Questa regione collinosa, a volte chiamata anche la «Suisse Girondine», è considerata la culla di vini dall'eccellente rapporto qualità-prezzo.

Grand Maison si situa su un'altura affacciata sull’ex porto di pesca Bourg sur Gironde ed è esposta verso sud. Questa eccellente posizione è inoltre valorizzata dalla sua vicinanza alla Gironda, l'estuario in cui confluiscono la Garonna e la Dordogna, che qui raggiunge già una buona ampiezza. I venti atlantici garantiscono una buona e costante aerazione delle viti, regalando così un clima particolarmente sano.  La piccola tenuta è stata fondata nel 1850. Allora i Côtes de Bourg erano prevalentemente coltivati con la varietà Sorte Noir de Pressac (la denominazione regionale per il Malbec).  Questa antica varietà, che sta conoscendo un grande successo in Argentina, è praticamente scomparsa dai vigneti del Bordeaux. A Grand Maison, tuttavia, sono rimasti fedeli a questo vitigno: quasi il 20% dei 6,5 ettari di vigneti è coltivato con vecchie piante di questa interessante varietà, completata da Merlot e Cabernet Franc.  François Talliez e Hervé Romat, che oltre ad essere consulente enologico nel Bordeaux è attivo anche in paesi quali Georgia, Cile o Libano, hanno puntato tutto sulla produzione di un vino particolarmente fruttato e morbido, capace di rivelare già in gioventù la sua tipicità bordolese, ma anche di saper maturare molto bene. Una coltivazione rispettosa della natura secondo i principi della produzione integrata, il rinverdimento dei vigneti, la vendemmia manuale e un delicato pompaggio del prodotto sono elementi imprescindibili del loro lavoro.