Torna alla panoramica

Château Brondelle

Jean-Noël Belloc è un viticoltore di razza che ha portato avanti con grande coerenza l’opera pionieristica del padre e che gestisce le proprie tenute come una meticolosa opera d’artigianato artistico.

Les Graves, a sud di Bordeaux, è una delle regioni di coltivazione più antiche e celebri del bordolese. Altrettanto celebre è il proprietario e viticoltore Jean-Noël Belloc. Quando Jean-Louis Turtaut, nonno di Jean-Noël, acquistò lo Château Brondelle nel 1927 non erano presenti piante di vite, sebbene prima della crisi della fillossera la tenuta godesse di un’ottima fama. In un primo momento Turtaut puntò sull’allevamento di bestiame e la coltivazione del tabacco, riservando alla vite solo 2,5 ettari dei terreni meno fertili. Dal 1968 suo genero, Roger Belloc, estese i vigneti su 8 ettari di eccezionali suoli ghiaiosi che hanno dato il nome alla regione (Graves). Jean-Noël Belloc, che dirige la tenuta di famiglia dal 1994, ha aumentato gradualmente la superficie vitata dell'azienda fino a raggiungere gli attuali 65 ettari, con vigneti nelle appellation Bordeaux Supérieur, Sauternes e Pessac Léognan. Circondato da 20 ettari di vigneti, lo Château Brondelle era e rimane il cuore di questa grande azienda. Qui si producono due cuvée di vino bianco e due di vino rosso. Il rosso Grand Vin, la cuvée d'eccellenza dell'azienda, viene realizzata con uve maturate su tre ettari di vigna di eccezionale qualità e sottoposte a una selezione particolarmente severa.