Torna alla panoramica

Viticoltori & aziende vitivinicole

Francia

  • Arnould Michel et Fils

    Fondato nel 1929, il domaine è ora guidato da Patrick Arnould che, pur vendendo ancora parte delle sue uve a Bollinger, tiene per sé i migliori cru dai quali produce vini in proprio.

    Vai al profilo
  • Baron de Hoen

    Negli anni '50 alcuni viticoltori capaci di Beblenheim, nel cuore dell'Alsazia, si riunirono in una cooperativa e scelsero il castello dei baroni di Hoen al centro del villaggio come simbolo del proprio marchio.

    Vai al profilo
  • Bonnaire

    Fondato nel 1932 il domaine Bonnaire è ora gestito dai fratelli Jean-Etienne e Jean-Emmanuel, che rappresentano la terza generazione della famiglia e vinificano alcuni dei migliori champagne da uve Chardonnay.

    Vai al profilo
  • Champagne Cazals

    La storia della tenuta Champagne Cazals inizia nel 1897, quando il cantiniere Ernest Cazals s'innamora di una viticoltrice di champagne e decide di trasferirsi a Mesnil-sur-Oger.

    Vai al profilo
  • Château Brondelle

    Jean-Noël Belloc è un viticoltore di razza che ha portato avanti con grande coerenza l’opera pionieristica del padre e che gestisce le proprie tenute come una meticolosa opera d’artigianato artistico.

    Vai al profilo
  • Château Darius

    Château Darius è una piccola tenuta di Saint-Emilion – fondata nel 1990 dalla famiglia Pommier – in cui si producono vini squisiti della leggendaria Appellation Bordeaux.

    Vai al profilo
  • Château d'Escurac

    L'esperto enologo Jean-Marc Landureau è la terza generazione a gestire lo Château d’Escurac nel Médoc, classificato da anni come Cru Bourgeois.

    Vai al profilo
  • Château Deyrem Valentin

    Dal 1996 Christelle Sorge lavora al fianco del padre Jean nella tenuta di famiglia Deyrem Valentin, una delle ultime autentiche perle del Margaux, la roccaforte delle tenute classificate.

    Vai al profilo
  • Château de Laussac

    A Bordeaux non esistono solo Grand Cru costosi. Sono infatti centinaia le tenute che producono vini di gran classe a un prezzo accessibile, fra cui anche lo Château de Laussac a Castillon.

    Vai al profilo
  • Château de Vaudieu

    Ai piedi dell’altopiano di Mont Redon, poco più a est del villaggio di Châteauneuf-du-Pape, sorge lo Château de Vaudieu. La topografia della zona è caratterizzata da un selvaggio avvicendarsi di colline, pendii e terrazze.

    Vai al profilo
  • Château Du Glana - Julien Meffre

    Glana è un nome molto comune di località, come ve ne sono altri mille. Quando nel 1961 il nonno di Julien Meffre, l’attuale coproprietario dello Château du Glana, ebbe l’opportunità di acquisire alcune delle parcelle dello château classificato di Lagrange , non si fece pregare a lungo, accettò e come marchio scelse il nome di una parcella.

    Vai al profilo
  • Château du Raux

    Solo una piccola percentuale di tutti i vini prodotti a Bordeaux è rinomata e costosa. Tenute meno note come lo Château du Raux sono sinonimo di qualità a un prezzo accessibile.

    Vai al profilo
  • Château du Tertre

    Il tranquillo castello sulla «Tertre», il punto più alto della nota Appellation Margaux, è una vera e propria perla fra le grandi tenute classificate della penisola vinicola del Médoc.

    Vai al profilo
  • Château Franc Grâce-Dieu

    Franc Grâce-Dieu ha festeggiato la propria rinascita nel 2008, quando è passata nelle mani del commerciante Daniel Truant. Produce un Saint-Emilion particolarmente amabile.

    Vai al profilo
  • Château Gombaude Guillot

    Château Gombaude-Guillot, un'azienda a conduzione familiare nel cuore di Pomerol che dal 1997 ha optato per una coltivazione puramente biologica, vinifica il Clos Plince, una rara cuvée a vigneto unico.

    Vai al profilo
  • Château Grand-Maison

    Nel 2004 due amici hanno realizzato il sogno di possedere una loro tenuta vinicola: stiamo parlando dell'enologo Hervé Romat, del commerciante di vini François Tailliez e dello Château Grand Maison, una piccola ma eccellente tenuta dell’appellation Côtes de Bourg.

    Vai al profilo
  • Château Guibot - Brigitte Destouet Bourlon

    All’inizio vi erano due tenute con due nomi tanto simili da confondersi, Guibot (la Fourvieille) e Guibeau, le quali, grazie al matrimonio dei nonni di Brigitte Destouet Bourlon, finirono nelle mani della famiglia di quest’ultima.

    Vai al profilo
  • Château La Cardonne

    Il nord del Médoc è un autentico forziere per chi ama andare alla ricerca di un buon affare. Lo Château La Cardonne è uno dei vini migliori di questa regione misconosciuta.

    Vai al profilo
  • Château La Nerthe

    Château la Nerthe è una delle aziende vinicole più famose e antiche dell'Appellation Châteauneuf-du-Pape nel sud della Valle francese del Rodano. Anche la qualità dei suoi vini è leggendaria.

    Vai al profilo
  • Château La Prade - Nicolas Thienpont

    Tra tutti i viticoltori della Gironda, Nicolas Thienpont è uno dei più in gamba. Dopo aver studiato filosofia, Nicolas ha iniziato a lavorare come contadino nella fattoria di colture miste di suo padre in cui si allevava bestiame e si coltivavano cereali e kiwi (senza successo, come ci rivela lui stesso sorridendo).

    Vai al profilo
  • Château les Jonqueyres

    Alla fine degli anni Ottanta un giovane ribelle suscitò grande scalpore quando, durante alcune degustazioni alle cieca, il suo vino surclassò Bordeaux decisamente più celebri.

    Vai al profilo
  • Château Limbourg

    La storia dello Château Limbourg e della famiglia Maufras ha inizio con l'acquisto di un'altra tenuta di 50 ettari, lo Château Pontac-Monplaisir da parte del nonno Auguste nel 1920.

    Vai al profilo
  • Château Moulin de Clotte

    Françoise Lannoye è figlia di un agricoltore e originaria di Dunkerque. Nel 2001 ha acquistato una tenuta di 40 ettari a Castillon nella regione di Côtes de Bordeaux.

    Vai al profilo
  • Château Pierre 1er

    Fino al 1985 il proprietario Jean Dutruilh si sfidava con i campioni mondiali dello sci freestyle, mettendo a segno anche alcune vittorie.

    Vai al profilo
  • Château Plaisance

    La storia della nostra famiglia: tutto ebbe inizio nel 1858, in un piccolo villaggio dell’Entre-Deux-Mers. La famiglia Ducourt, proprietaria dello Château des Combes, si trasferisce nel piccolo villaggio di Le Hourc, nel comune di Ladaux.

    Vai al profilo
  • Château Saint-Pierre

    Lo Château Saint-Pierre è tra le tenute meno note del bordolese. Lo Château è stato classificato Quatrième Grand Cru Classé nel 1855 e si trova nella prestigiosa appellation di Saint-Julien.

    Vai al profilo
  • Château St Paul

    Di proprietà delle famiglie BEGUERE e LACAZE e amministrata da Jean De LAITRE, la tenuta Château Saint-Paul nacque dall’acquisto di un vigneto di 20 ettari le cui viti furono messe a dimora vari secoli or sono.

    Vai al profilo
  • Diebolt-Vallois

    Diebolt-Vallois è uno dei vigneron più conosciuti della Champagne. Nel 1992 la rivista Gault Millau assegnò al domaine il titolo di produttore di champagne dell’anno, rendendo i suoi vini un cult tra gli intenditori.

    Vai al profilo
  • Domaine des deux Roches

    Jean-Luc Terrier e Christian Collovray del Domaine Deux Roches appartengono senza dubbio all’élite dei produttori di vino del Mâconnais, la regione della Borgogna meridionale votata ai vini bianchi.

    Vai al profilo
  • Domaine des Varoilles

    Lo svizzero Gilbert Hammel ha acquistato questa tenuta di dieci ettari nel 1990. Per Gevrey-Chambertin si tratta di una tenuta piuttosto importante considerando che in questa regione una proprietà, in media, non supera i cinque ettari.

    Vai al profilo
  • Domaine Dubois R. et Fils

    Dal 2006 il Domaine Dubois è gestito da Béatrice Dubois e da suo fratello Raphael. Béatrice è attiva essenzialmente in cantina, mentre Raphael si occupa della vigna e del marketing.

    Vai al profilo
  • Domaine Françoise et Denis Clair

    La tenuta familiare di Françoise e Denis Clair è stata fondata nel 1986. A quell’epoca essa si estendeva soltanto su cinque ettari di vigneti, coltivati esclusivamente a Pinot Noir e situati nel comune di Santenay.

    Vai al profilo
  • Domaine Antonin Guyon

    Dal 1991 il Domaine Guyon è gestito da Michel e Jean-Pierre Guyon. I nove ettari di vigneti (60% di Côte de Nuits, 40% di Côte de Beaune) vengono coltivati da anni secondo i criteri dell’agricoltura biodinamica.

    Vai al profilo
  • Domaine Jean Chartron

    Jean Chartron è un vivace e simpatico viticoltore molto intraprendente. Esponente della quinta generazione della famiglia Chartron, Jean dirige l’azienda fondata nel 1859.

    Vai al profilo
  • Domaine Lignier-Michelot

    La tenuta familiare Lignier-Michelot coltiva i suoi otto ettari di vigneti con grande passione. Durante le degustazioni «en primeur» tale gioia per la produzione del vino e per il lavoro di viticoltori ed enologi è sempre percepibile.

    Vai al profilo
  • Domaine Raymond Usseglio & Fils

    La tenuta Domaine Raymond Usseglio & Fils con i sui 24 ettari vitati venne fondata da Francis Usseglio che, dopo aver lasciato l'Italia nel 1931, si tresferì a Châteauneuf du Pape.

    Vai al profilo
  • Domaine Michèle et Patrice Rion

    Patrice Rion, che nel 1990 ha deciso insieme alla moglie Michèle di mettersi in proprio, è un viticoltore innovativo e un maestro cantiniere che si è conquistato in pochissimo tempo una fama internazionale di tutto rispetto grazie all’eccezionale qualità dei suoi vini.

    Vai al profilo
  • Domaine Xavier Monnot

    Xavier Monnot è un esponente della decima generazione di una famiglia di viticoltori. Ha studiato viticoltura ed enologia, e mette a frutto il proprio sapere nella vinificazione di vini di pregio che rispecchiano il terroir in cui nascono.

    Vai al profilo
  • Dubreuil-Fontaine Père et Fils

    Da anni i vini del Domaine Dubreuil-Fontaine Père et Fils fanno parte del nostro assortimento distinguendosi per la loro costante eccellenza qualitativa, anche nelle annate più difficili.

    Vai al profilo
  • Wolfberger

    Il Domaine della famiglia Roux venne fondato a Saint-Aubin nel 1885. Oggi la tenuta viene gestita da due fratelli. Con una superficie vitata di oltre 60 ettari, il Domaine rappresenta uno dei maggiori produttori della regione

    Vai al profilo
  • Franck Bonville

    La storia di Franck Bonville inizia dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando la coppia di viticoltori Franck e Jeannine Bonville decide di mettersi a produrre champagne in proprio. Ingrid e Gilles Bonville ne seguono le orme e oggi l’azienda, capeggiata da Olivier Bonville, è giunta alla sua terza generazione.

    Vai al profilo
  • Gérard Bertrand

    Gérard Bertrand è proprietario e gestore di 11 poderi viticoli, tutti situati dove vengono prodotti i migliori crus del Languedoc-Roussillon, nel Sud della Francia.

    Vai al profilo
  • G.H. Mumm

    Creata nel 1827, la maison G. H. MUMM vanta una tradizione di quasi due secoli. Il motto del suo fondatore Georges Hermann Mumm era «solo il meglio».

    Vai al profilo
  • H. Billiot et Fils

    A occuparsi delle vigne e dei vini, tutti provenienti dalle zone migliori del comune Grand Cru di Ambonnay, è oggi Laetitia che rappresenta la quarta generazione della famiglia Billiot.

    Vai al profilo
  • La Maison Boizel

    Fondata nel 1834 da Auguste e Julie Boizel, la tenuta Boizel è oggi gestita da Evelyne Roques-Boizel, che rappresenta la quinta generazione della famiglia, assieme al marito Christophe Roques.

    Vai al profilo
  • Lamblin et Fils

    Le prime tracce della famiglia Lamblin risalgono al 1690 nella città di Maligny. Dal 1987 a dirigere l’azienda sono gli esponenti della dodicesima generazione di questa antica famiglia, Michel e Didier Lamblin.

    Vai al profilo
  • Louis Jadot

    Louis Henry Denis Jadot fondò la Maison Louis Jadot nel 1859 a Beaune. In realtà la storia dell’azienda era già cominciata qualche anno prima, nel 1826, quando la famiglia Jadot entrò in possesso del «Clos des Ursules», una parcella nel cuore del Beaune Premier Cru.

    Vai al profilo
  • Louis Latour

    La Maison Louis Latour venne fondata nel 1797. Da oltre due secoli la storia della famiglia Latour si intreccia con quella della Borgogna.

    Vai al profilo
  • Louis Max

    La Maison Louis Max venne fondata nel 1859 a Nuits-Saint-Georges, nel cuore della Côte d’Or, dall’emigrante georgiano Louis Max.

    Vai al profilo
  • Marchand-Tawse

    Pascal Marchand non è il tipico viticoltore della Borgogna. Originario del Quebec, egli ha lavorato per diversi anni in giro per il mondo – soggiornando in Nuova Zelanda, Cile e Australia occidentale – prima di stabilirsi in Borgogna ed essere nominato viticoltore presso Comte Armand a Vougeot.

    Vai al profilo
  • M. Chapoutier

    Quando agli inizi degli anni '90 Michel Chapoutier rilevò la casa commerciale tradizionale nella valle del Rodano francese, gli invidiosi gli prospettarono una chiusura imminente. Oggi rientra tra le personalità enologiche più celebri.

    Vai al profilo
  • Maison Albert Bichot

    Fondato nel 1831, il Domaine Albert Bichot è oggi gestito da Albéric Bichot, rappresentante della sesta generazione della famiglia.

    Vai al profilo
  • Moët & Chandon

    Moët et Chandon, il più grande marchio della Champagne, è ormai diventato sinonimo dei vini spumanti della Francia del nord. In questo caso, però, quantità fa anche rima con altissima qualità.

    Vai al profilo
  • Mouton Cadet

    La baronessa Philippine de Rothschild ha portato avanti l'opera e la filosofia del padre, il barone Philippe, mancato nel 1988:

    Vai al profilo
  • Paul Bara

    Nella Champagne Paul Bara è considerato una leggenda. Pur avendo rilevato la tenuta ancora ragazzo, più di 60 anni fa, ricorda ancora alla perfezione ogni singola annata. La sua è la sesta generazione dalla fondazione dell’azienda nel 1833.

    Vai al profilo
  • Pierre Gimonnet et Fils

    Gimonnet è una delle principali famiglie di vigneron della Côte des Blancs. Alla guida del domaine fondato nel XVIII secolo ci sono oggi i fratelli Olivier e Didier.

    Vai al profilo
  • Veuve Clicquot

    La leggendaria casa produttrice di champagne deve la sua esistenza a una vedova piena di energia: Barbe Nicole Clicquot Ponsardin. Il suo ricordo sopravvive ancora oggi.

    Vai al profilo
  • Wolfberger

    L'azienda vitivinicola alsaziana Wolfberger, fondata nel 1902, è una delle cooperative più antiche di Francia. Fino ad oggi al marchio non sono mai mancati innovazione e spirito pionieristico.

    Vai al profilo
  • Château Mangot: Yann und Karl Todeschini

    Dal 1952, tre generazioni della famiglia Mangot si sono impegnate per fare dello Château una punta di diamante tra le tenute di Saint-Emilion. Il nonno piantò le prime vigne, mentre il padre e la madre ristrutturarono gli edifici, e dal 1989 rinnovarono gli impianti e realizzarono i terrazzamenti.

    Vai al profilo
  • Château Penin: Patrick Carteyron

    Bordeaux? Il nome è sinonimo di più di 100'000 ettari di vigneti e di oltre 50 appellation. Gran parte della superficie vitata produce vini semplici, accomodanti e a buon prezzo, di cui quasi nessuno parla.

    Vai al profilo
  • Château Tour des Termes: Christophe Anney

    Stabilitasi nel Médoc nel XVII secolo, negli anni Trenta del secolo scorso la famiglia Anney rilevò dei vigneti nella celebre appellation di Saint-Estèphe, sede di pochi Cru Classés ma di numerose tenute non classificate.

    Vai al profilo
  • Château Haura: Jean Jacques Dubourdieu

    Nel sentir menzionare il nome Dubourdieu, si pensa innanzitutto a Denis Dubourdieu, carismatico professore di enologia, consulente e ricercatore prematuramente scomparso, che prestò consulenze alle migliori cantine del mondo e contribuì a plasmare l’odierna viticoltura bordolese.

    Vai al profilo