Torna alla panoramica Seleziona la regione

Vallese

Il più grande cantone vitivinicolo della Svizzera dispone di un immenso potenziale qualitativo. In territori diversissimi fra loro e a diverse altitudini lungo il Rodano possono maturare alla perfezione oltre 20 vitigni. Costituiscono un tesoro particolare vitigni di antica tradizione come Petite Arvine, Heida, Amigne, Cornalin e Humagne.

Storia

In questa zona la vite cresceva già prima che le tribù celtiche si insediassero nel Vallese intorno al 600 a.C., ma i primi vini furono probabilmente prodotti dai Romani. Solo a partire dal IV secolo, con il diffondersi della religione cristiana, aumentò anche l'importanza della viticoltura. I monasteri svolsero in questo campo un ruolo fondamentale. A partire dalla metà del XIV secolo, le epidemie di peste e un raffreddamento del clima spinsero molti contadini a emigrare. Il grande rinascimento ebbe inizio solo nel 1960, con l'arrivo della prima ferrovia nel Vallese. Contemporaneamente, gli antichi vitigni difficili da coltivare furono sostituiti da nuove tipologie come Chasselas, Pinot Noir o Sylvaner. In termini quantitativi la viticoltura del Vallese ha raggiunto il culmine nel 1983, dopodiché i viticoltori si sono dedicati a una strategia della qualità. Nel 1990 venne introdotta la denominazione di origine controllata AOC, e successivamente vari comuni hanno ottenuto il diritto all'appellation «Grand Cru».

Geografia

Il villaggio di montagna Visperterminen, roccaforte dei vini Heida, e l'ansa del Rodano vicino a Martigny distano 80 chilometri. In siti ad altezze fra i 450 e i 1100 metri sul livello del mare e sui suoli più diversi (granito, loess, calcare, ciottoli) possono maturare, in base al disciplinare AOC, fino a 49 vitigni. La fascia principale di coltivazione della vite si trova sulla riva destra del Rodano, dove cresce l'85% dei vini del Vallese.

Clima

Nel cuore delle Alpi, protette dalla pioggia dalle montagne le viti del Vallese crescono in un clima di tipo stepposo, caratterizzato dal favonio, un vento caldo. Con 2100 ore di sole all'anno e meno di 600 mm di pioggia all'anno per metro quadro, le condizioni sono perfette per la coltivazione del vino.

Vini

I principali sono gli Chasselas freschi e minerali, i Pinot Noir di grande espressività e le cuvée molto eleganti (la più nota delle quali è il Dôle). Sono poi sempre di più i vini eccellenti vinificati con vitigni speciali come Heida, Petite Arvine, Amigne, Humagne, Cornalin e Syrah.

Vitigni

Predominano Pinot Noir (1714 ettari), Chasselas (1081 ettari) e Gamay (726 ettari), mentre sono in crescita Petite Arvine (150 ettari), Syrah (157 ettari), Humagne Rouge (125 ettari) e Cornalin (115 ettari).

Superficie vitata

5100 ettari.

Cartina geografica

Zone vinicole selezionate

Per saperne di più sulla vostra zona vinicola preferita.

I vini consigliati per la regione: Vallese

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti