Torna alla panoramica Seleziona la regione

Svizzera Orientale

La regione genericamente definita «Svizzera orientale» comprende una dozzina di cantoni vitivinicoli, da Sciaffusa ai Grigioni passando per Basilea Campagna. In questa regione ha origine il prestigioso Pinot Noir, ma anche la produzione dei bianchi è in aumento.

Storia

Ritrovamenti nei siti archeologici romani indicano che nella Svizzera orientale si coltivava la vite già 2000 anni fa. Nel medioevo monasteri e casate nobili svilupparono ulteriormente la viticoltura. Il vitigno Completer, per esempio, è citato per la prima volta a Malans nell'anno 926. Si ritiene che il duca bretone de Rohan abbia portato il Blauburgunder nei Grigioni già in tempi antichi, più precisamente durante la Guerra dei trent'anni (1618-1648). Solo 150 anni fa nella Svizzera orientale le vigne ricoprivano quasi 13.000 ettari di terreno, dunque una superficie addirittura più grande di quella coltivata nella Svizzera Romanda. Dopo l'epidemia di filossera della vite scatenatasi nel XIX secolo, tuttavia, si procedette alla piantumazione solo dei siti migliori.

Geografia

Nella Svizzera orientale la viticoltura si concentra in siti climaticamente privilegiati, ossia sulle sponde dei laghi, nelle valli fluviali e in zone collinari protette. Nelle vicinanze del Giura i terreni sono molto calcarei, nel resto della regione predominano terreni argillosi morenici o calcarei e, a San Gallo e nei Grigioni, anche scisto e roccia silicea.

Clima

Dal punto di vista vitivinicolo la Svizzera orientale è ancora considerata una zona a clima fresco, sebbene con il riscaldamento globale i vini siano ora più concentrati e pieni. Molti vigneti traggono vantaggio dall'effetto compensatorio di laghi e fiumi. I caldi venti del favonio – che in tedesco è chiamato anche Traubenkocher, ossia «cuoci-uva» – svolgono un ruolo importante in alcune regioni. Il sole splende in media 1500 ore l'anno, mentre le precipitazioni annue si attestano attorno ai 1100 mm per metro quadrato.

Vini

Il protagonista indiscusso è il Pinot Noir, da quello leggero per tutti i giorni alla selezione barricata di gran prestigio, mentre fra i bianchi domina il fresco e fruttato Müller-Thurgau. Specialità quali Sauvignon Blanc, Chardonnay e vitigni antichi quali Elbling e Räuschling sono in continua ascesa. Nella Svizzera orientale, il Pinot Noir è il protagonista indiscusso del panorama vitivinicolo, nei Grigioni così come nell'area di Sciaffusa, nota proprio per la produzione del Pinot.

Vitigni

Pinot Noir, Müller-Thurgau, Chardonnay, Pinot Gris, Sauvignon Blanc, Gewürztraminer, Garanoir, Diolinoir, Räuschling, Elbling

Superficie vitata

Tra i principali cantoni vitivinicoli figurano Sciaffusa (485 ettari), i Grigioni (422 ettari), la Turgovia (275 ettari) e San Gallo (220 ettari). Superfici vitate sono presenti anche in Appenzello e nel Principato del Liechtenstein.

Cartina geografica

Zone vinicole selezionate

Per saperne di più sulla vostra zona vinicola preferita.

I vini consigliati per la regione: Svizzera Orientale

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti