Torna alla panoramica Seleziona la regione

Priorato

Insieme alla Rioja e al Ribera del Duero, il Priorat è oggi una delle più celebri regioni spagnole per la produzione vitinicola. Il suo vino è tipicamente concentrato, intenso e pieno, con caldi accenti di frutta e le classiche note minerali di ardesia.

Storia e geografia del Priorato

Fino al 1979, quella del Priorat era una zona vinicola di poco conto, con meno di 600 ettari di vigneti per una regione rurale segnata da difficoltà economiche e dall'emigrazione giovanile. La nuova fioritura della regione è strettamente legata al nome di René Barbier, che nel 1979 ha saputo riconoscere il suo enorme potenziale per la produzione di un vino straordinario, dando vita insieme ad alcuni amici al progetto Clos Mogador. I vini di questo intraprendente pioniere del settore si sono presto conquistati una fama mondiale fino ad affermarsi leader indiscussi nel 1993, quando Alvaro Palacios presentò sul mercato con grande successo il suo Ermitá del Priorat a un prezzo ancora più alto rispetto al Vega Sicilia, allora il vino spagnolo più caro. Insieme alla Rioja e al Ribera del Duero, il Priorat è oggi una delle più celebri regioni spagnole per la produzione vitinicola.

La regione del Priorat è caratterizzata da strette valli e colline scoscese. Le vigne sono collocate tra i 200 e i 1000 m sul livello del mare, rendendo difficile una coltivazione automatizzata sugli stretti terrazzamenti, lavorati esclusivamente a mano. La principale fortuna del Priorat è rappresentata dal suo singolare suolo di ardesia, qui chiamato «Llicorella». Il centro della regione è costituito dal paesino di Gratallpos, con una popolazione poco superiore ai 250 abitanti, situato a 40 km a ovest di Tarragona, nella provincia catalana.

Clima

Il clima della zona è caldo e secco, con circa 400 mm di piogge all'anno che rendono necessario ricorrere all'irrigazione per la maggior parte delle viticolture. Il particolare suolo in ardesia è tuttavia in grado di trattenere bene l'acqua piovana, per un terreno fresco e umido che permette spesso di evitare l'irrigazione.

Vini

I vini del Priorat sono tipicamente concentrati, intensi e pieni, con caldi acccenti di frutta e le classiche note minerali di ardesia. Il contenuto alcolico è mediamente compreso tra il 14% e il 16% v/v, pur risultando leggero. Nell'area viene prodotto quasi esclusivamente vino rosso.

Vitigni

La varietà tradizionale è il Garnacha (Grenache), tuttavia, dopo la diffusione della piaga della filossera ha avuto inizio la coltivazione della Cariñena (Carignan), che ancora oggi domina la regione. Con altrettanto successo vengono coltivati anche Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah.

 

Superficie viticola / quantità prodotta

16.000 ettari per una produzione media di 500-600 l per ettaro

 

Cartina geografica

Zone vinicole selezionate

Per saperne di più sulla vostra zona vinicola preferita.

I vini consigliati per la regione: Priorato

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti