Torna alla panoramica

Bordolese-Varie

Con quasi 120 000 ettari di vigneti, circa 60 sottodenominazioni e una produzione che corrisponde a quasi un miliardo di bottiglie, il Bordolese è la principale regione del mondo nella produzione di vini della migliore qualità.

Geografia

La zona di coltivazione corrisponde perfettamente ai confini del dipartimento della Gironda. Oltre il 50% del vino prodotto è Bordeaux (rosso e bianco) e Bordeaux Supérieur (vino rosso con disciplinare più rigido). Qui si possono inoltre produrre rosé o Clairet e Crémant de Bordeaux (vino spumante). La regione di Entre-Deux-Mers, fra i fiumi Garonna e Dordogna, produce vini bianchi fruttati. I versanti delle colline vengono definiti «Côtes» (Blaye, Bourg, Castillon, Côtes de Bordeaux).       

Terroir

I terreni sono di molti tipi. Nelle vicinanze dei fiumi predominano aree detritiche di ghiaia e sabbia. I pendii sono costituiti da molassa e/o calcare. Sopra di essi si trovano terreni argillosi, più o meno grassi. 

Vitigni

Vino rosso: Merlot, Cabernet Sauvignon, poco Cabernet Franc, Petit Verdot e Malbec.
Vino bianco: Sauvignon Blanc, Sémillon, poco Muscadelle.

Stile

Il Bordeaux esiste in tutte le possibili varianti, dal  piacevolissimo rosé o rosso ai bianchi fruttati, dallo spumante ai rossi vigorosi per l'invecchiamento in cantina. Tutti i Bordeaux hanno in comune la tendenza a essere equilibrati e facilmente digeribili. I rossi più ambiziosi sono prodotti nelle cosiddette Côtes. Da Bourg e Blaye provengono i più robusti, da Castillon i più vellutati e dalle Côtes de Bordeaux i più eleganti.  

Grado ottimale di maturità

1–4 anni (rossi e bianchi più semplici)
6–10 anni (grandi rossi da invecchiamento

Cartina geografica

Zone vinicole selezionate

Per saperene di più sulla vostra zona vinicola preferita.

I vini consigliati per la regione: Bordolese-Varie

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti