Torna alla panoramica Seleziona la regione

Bordolese

Nessun'altra regione vitivinicola ha alle spalle una carriera paragonabile a quella della Borgogna. E a ragione: infatti, nonostante negli ultimi tempi sia sulla bocca di tutti soprattutto per i prezzi esorbitanti, la speculazione e altri titoloni negativi, tutto il mondo del vino segue il suo stile, i suoi grandi vini.

Storia

Il fatto che Bordeaux sia una antica città commerciale ha portato tutta una serie di vantaggi alla regione. La sua posizione e il suo grande porto sono stati di enorme rilevanza per l'esportazione dei vini e la loro fama. Già i Romani avevano compreso che il Bordolese era una zona importante per la coltivazione della vite. Successivamente arrivarono sia i Franchi che i Baschi, tutti molto interessati alla viticoltura. Il periodo di fioritura di Bordeaux ebbe inizio nel XIV secolo, grazie a un'alleanza con gli Inglesi, i quali dominarono il commercio dei vini nella regione per trecento anni. In seguito, gli Inglesi furono sostituiti da commercianti della Borgogna e dallo stato francese. Il commercio dei vini con l'Inghilterra e altri Paesi proseguì. La regione aveva un'ottima fama e la viticoltura si sviluppò favorevolmente. Dopo la seconda guerra mondiale ebbe inizio un nuovo periodo di fioritura, avviato da una ripresa delle attività dopo la catastrofe della filossera della vite. I progressi tecnici negli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso portarono al risultato delle grandi annate degli anni Ottanta. La fama e, purtroppo, anche i prezzi sono da allora aumentati costantemente.

Geografia

Con un'estensione di 150 km da nord a sud e fino a 70 da ovest a est, il Bordolese è una delle regioni vitivinicole più grandi di Francia. I fiumi Garonna (Graves) e Dordogna (Saint-Emilion e Pomerol), che penetrano nella foce della Gironda (Médoc), hanno trasportato sabbia e sedimenti dai Pirenei e dal Massiccio Centrale, creando così condizioni perfette per la viticoltura: terra magra ed eccellente permeabilità.

Clima

Grazie alla corrente del Golfo che lambisce la costa atlantica, gli inverni sono miti e piovosi e la primavera è mite. L'estate è calda, seguita da un lungo e tiepido autunno.

Vini

Médoc: vini rossi ricchi di tannini ma fruttati, Saint-Emilion e Pomerol: rossi fruttati, vellutati e pieni. Graves: vini rossi pieni e fruttati, vini bianchi secchi. Sauternes e Barsac: bianchi dorati, pieni e dolci.

Vitigni

Sauvignon Blanc, Sémillon e Muscadelle per i vini bianchi. Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc, Petit Verdot e Malbec per i rossi.

Superficie vitata/quantitativi prodotti

121 000 ettari, circa 6 milioni di hl/anno.

Cartina geografica

Zone vinicole selezionate

Per saperene di più sulla vostra zona vinicola preferita.

I vini consigliati per la regione: Bordolese

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti