Torna al profilo

La scelta del vino giusto

La scelta del vino dipende dalle proprie preferenze, poiché la percezione del gusto è un fatto molto personale.

Parafrasando una nota espressione, si potrebbe dire che non è buono quel che è buono, ma è buono quel che piace. È meglio non farsi influenzare dagli altri, a meno che non si tratti di persone che hanno a che fare con il vino per motivi professionali. Ma è sempre meglio essere cauti, poiché in tema di vino non mancano gli esperti improvvisati. Per gustare pienamente un vino, è molto importante, per esempio, sceglierlo in base alle caratteristiche del cibo a cui lo si vuole abbinare. Vino e pietanza devono andare a braccetto e non avere degli elementi contrapposti. Il vino giusto può mettere in risalto il gusto della pietanza e farne risaltare la bontà, oppure il contrario.

Naturalmente vi sono delle regole generali da osservare per far sì che cibo e vino armonizzino. Può essere difficile, per esempio, scegliere il vino da abbinare a carciofi, asparagi, noci, cibi ricchi di aceto o di aglio e salse acidule. Mentre carne, pesce e formaggio si sposano perfettamente con il vino. Per un rapporto equilibrato, vino e pietanza dovrebbero avere lo stesso peso. Un vino leggero impone un pasto altrettanto leggero. Solo così le due componenti restano autonome e si completano. Se il cibo contiene molti acidi, il vino dovrà averne solo pochi poiché, altrimenti, gli acidi si potenziano a vicenda. Le pietanze molto piccanti sono in genere più buone senza vino. Per arrivare a sperimentare un gusto personale equilibrato, occorre aver provato molti abbinamenti. Il gusto varia da persona a persona e ognuno sviluppa le proprie preferenze e fa i propri abbinamenti solo in seguito all'esperienza maturata.

Alcuni suggerimenti utili:

  • i vini spumanti si abbinano a stuzzichini, frutti di mare, carni bianche, pollo alla griglia e dessert;
  • i vini bianchi secchi accompagnano stuzzichini, frutti di mare, pesce, salumi, carni bianche, pollo alla griglia, formaggi a pasta molle;
  • i vini rosati secchi vanno bene con i frutti di mare, pesce e affettati;
  • i vini rossi leggeri si abbinano a pesce, affettati, carni bianche, pollo, selvaggina di penna, carni rosse, formaggi a pasta molle;
  • i vini rossi pesanti si bevono soprattutto con carni rosse, selvaggina di penna, selvaggina, formaggi a pasta dura;
  • i vini bianchi dolci accompagnano perfettamente dessert e formaggi erborinati; i vini rosati semisecchi si sposano con dolci e dessert.

Testo: John Wittwer