Torna al profilo

Pura Mediterraneità!

Quando invito amici a cena in tavola non può mai mancare, soprattutto in estate, un tagliere di antipasti misti.

E visto che il mio cuore italiano batte per la Toscana, gli antipasti vengono rigorosamente preparati secondo la questa tradizione culinaria. Un must assoluto sono le verdure grigliate, un mix di melanzane, peperoni e zucchine, facile e veloce da preparare: basta grigliare bene la verdura su una bistecchiera in modo che i segni della griglia siano ben visibili, quindi condire con olio extra vergine di oliva e sale marino. Raffreddandosi la verdura si ritira e rimane bella croccante.  Accompagnatela con pezzi di pecorino ben stagionato e naturalmente con una selezione di affettati misti. Bresaola, salame, Prosciutto di Parma, il tutto guarnito con pomodori secchi, cuori di carciofini sott'olio, olive e... l'antipasto è servito.

Quando sono ispirato preparo anche le bruschette: fette di pane  tagliato fine, insaporite con aglio e olio, tostate brevemente in forno e guarnite con una dadolata di pomodoro fresco.  Ma il Re indiscusso dell'antipasto toscano rimane pur sempre il Crostino ai fegatini: un delicato paté con fegatini di pollo, scalogno, acciughe e capperi.  

Il bello del tagliere misto? Apre con disinvoltura un pasto o può essere servito anche come sfizioso aperitivo. Si abbina perfettamente sia al rosso che al bianco, che nel mio caso deve essere assolutamente toscano: il bianco potrebbe essere un aromatico Vermentino della Maremma oppure un delicato Marchese Antinori. Ottimo, anche se più  intenso, lo Chardonnay barrique della Cantina Frescobaldi. Per il rosso la scelta è tra delicato, come il fruttato Rèmole o un Chianti Classico dal sapore più corposo. L'importante per me è che il rosso venga servito fresco per gustare appieno l'antipasto!

I miei vini da antipasto:

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti

Testo: Joachim Günther