Torna al profilo

Minerale – Una nuova espressione per un gusto conosciuto

Il termine 'minerale' si è ormai affermato nelle descrizioni dei vini e viene utilizzato sempre più spesso da intenditori e profani.

Minerale si dice di un vino che rivela aromi di gesso, grafite, pietra bagnata o terra, iodio e simili. Ma come si fa a percepire nel vino la nota minerale con l'olfatto o con il gusto? Le sostanze minerali sono in genere inodori e la loro quantità nel vino è nettamente al di sotto della soglia di percezione dell'uomo. È tuttavia fuori discussione che numerosi Riesling della Mosella sanno di ardesia, i vini del Priorat di pietra bagnata e i buoni rossi di Borgogna di grafite, mentre i migliori Chasselas svizzeri spesso rivelano aromi di pietra focaia o di gesso.

Testo: Jan Schwarzenbach