Torna al profilo

Non sapete che pesci pigliare in fatto di enogastronomia?

Un menu nostrano per il Venerdì Santo: specialità di pesce e vini da abbinare.

Come vuole la tradizione, il Venerdì Santo i piatti di pesce sono i grandi protagonisti della tavola. C'è solo l'imbarazzo della scelta! La Svizzera vanta oltre 65000 km di fiumi e ruscelli, oltre a più di 6700 laghi: allora perché non optare per specialità locali, accompagnando prodotti ittici svizzeri con vini elvetici?

La scelta dell'etichetta da abbinare a persico, coregone, luccio e lucioperca non dipende tanto dal pesce in sé, quanto dalla sua preparazione. Cottura al vapore o al forno? Allora vi consigliamo un bianco fresco e di facile beva come lo Chasselas, noto proprio per queste caratteristiche. Chi apprezza i vini dall'acidità croccante può scegliere un Pinot Gris, un Sauvignon Blanc o il Petite Arvine, specialità vallesana.

Con la cottura alla griglia, magari di una trota appena pescata, si sposano bene anche i vini un più vigorosi: ad esempio un Œeil-de-Perdrix rosato di Neuchâtel con il suo gusto di primavera, oppure un Dôle del Vallese, leggero e setoso, ideale per gli amanti dei rossi.

Non da ultimi sono gli spumanti, perfetti per accompagnare con la loro eleganza il caviale degli allevamenti nostrani e, perché no, anche i bocconcini di pesce!

Consigli di vini:

Dati personali

Siete pregati di effettuare il log in.
Questa funzione è disponibile solo per gli utenti registrati.
Log in Registra Chiudi enoappunti