Torna alla panoramica

Agnello

L'agnello è molto apprezzato specialmente dai gourmet e già prima della cottura presenta un sapore unico, più intenso della maggior parte degli altri tipi di carne. I migliori tagli hanno il pregio di essere molto magri, aromatici e teneri.

Ma anche la modalità di cottura, la salsa e il contorno danno una nota di gusto al piatto che deve essere assolutamente rispettata al momento della scelta del vino.

SUGGERIMENTO: all'acquisto prediligete i tagli con uno strato di grasso il più sottile possibile e di colore bianco neve, un tratto distintivo che denota una buona qualità.

Piatti freddi

Nei piatti freddi a base di agnello la carne viene proposta sempre sotto forma di pregiati salumi, terrine e paté.

Spesso viene servito un pot-pourri di diversi insaccati, abbinati anche a formaggi e stuzzichini. Ci troviamo quindi di fronte a una compresenza di diverse nuance di gusto e sarà difficile trovare un vino che armonizzi con tutte. Vi consigliamo pertanto di optare per vini piuttosto leggeri e freschi o per uno spumante.

SUGGERIMENTO: il bello degli abbinamenti enogastronomici è l'enorme varietà di combinazioni possibili e il fatto che i diversi sapori si sviluppino apertamente.  Provate nuovi sapori, sperimentate, provate ad esempio un «piattino campagnolo» composto da diversi stuzzichini e insaccati, così potrete conoscere meglio anche il vostro gusto personale.

Esempio: terrina di agnello con insalata di erbe aromatiche

Gli enoconsigli dei nostri esperti

Tutti i vini da abbinare

Arrosto

Se l'agnello viene arrostito acquisisce forti aromi abbrustoliti di cui occorre tener conto nell'abbinamento al vino. Altrettanto determinante è la salsa che accompagna la pietanza.

I piatti a base d'agnello in genere vengono serviti con salse piuttosto semplici, per non coprire la nota aromatica della carne.

L'agnello è molto amato anche per le grigliate con gli amici. Per la loro carne compatta ma tenerissima, sono squisiti e molto richiesti il carré d'agnello e il filetto.

Esempi: filetto d'agnello con salsa alla menta, filetto d'agnello alle erbe e all'aglio

Gli enoconsigli dei nostri esperti

Tutti i vini da abbinare

Stufato

La carne può essere stufata in una pentola sul fornello o in una pirofila nel forno. Stufare è un metodo di cottura durante il quale spesso risultano intensi aromi abbrustoliti con una salsa molto saporita. Dalla cottura prolungata e delicata di tutti i pezzi di carne, della verdura e delle erbe aromatiche nasce un piatto dal sapore marcato, intenso e variegato. Ed è per questo che spesso gli stufati risultano piuttosto pesanti.

Lo stufato è una metodo classico di preparazione dell'agnello e soprattutto con il cosciotto aromatizzato con rosmarino e aglio e cotto a lungo a bassa temperatura si ottiene un piatto particolarmente delicato.

I vini abbinati devono riuscire a tener testa a questo sapore marcato. Per ottenere il massimo dall'abbinamento enogastronomico si deve optare per un nettare molto fine, complesso, elegante e di buona prestanza.

Esempio: coscotto di agnello con rosmarino e aglio

Gli enoconsigli dei nostri esperti

Tutti i vini da abbinare