Château La Cardonne AOC Cru Bourgeois Médoc 2008

Media valutazioni: 3.5 di 5
(23 valutazioni)
Zoom 23%

Echter Bordeaux
enoesperto Jan Schwarzenbach MW
Valutazione di esperti

Rosso porpora denso, note speziate tipiche da affinamento in botte, con aromi concentrati di mora, pancetta; fumoso, corpo gradevole ben equilibrato, pienezza media, tannini fini accompagnano il finale ben strutturato.
CHF 14.95
invece di CHF 19.50 75cl (10CL = 1.99)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81
82
83
84
85
86
87
88
89
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104
105
106
107
108
109
110
111
112
113
114
115
116
117
118
119
120
al carrello Aggiungi le bottiglie
6

disponibilità

Francia

Questa classica terra del vino produce una grande varietà di tipologie, dagli economici vini per tutti i giorni fino a prodotti di eccellenza ricercati in tutto il mondo. Nessun altro paese può vantare un numero tanto elevato di sapori diversi. Maggiori informazioni

Bordolese - Médoc & Haut-Médoc, Bordolese

Médoc significa «terra nel mezzo» e indica una lingua di terra lunga circa 100 chilometri fra l'Atlantico e la foce del fiume Gironda, dove ogni anno vengono imbottigliate circa 150 milioni di bottiglie di vino rosso. Maggiori informazioni

Château La Cardonne

Il nord del Médoc è un autentico forziere per chi ama andare alla ricerca di un buon affare. Lo Château La Cardonne è uno dei vini migliori di questa regione misconosciuta.

Lo Château La Cardonne si trova a Ordonnac nel nord del Bordolese, nella parte inferiore della penisola vinicola del Médoc al confine con il Haut Médoc, ma appartiene già alla zona di coltivazione del Médoc. Qui si coltiva la vite dal XVII secolo. La Cardonne si creò un nome soprattutto negli anni '80, quando apparteneva a Lafite-Rothschild che vi effettuò investimenti ingenti. Da allora compare regolarmente tra i migliori dei cosiddetti Crus Bourgeois del Médoc, ovvero i vini che non entrarono nell'elenco dei «Crus Classés» del Médoc approvati dallo stato nel 1855, perché la produzione di vini d'eccellenza iniziò solo successivamente.

Nel 1990 La Cardonne fu acquisita dalla famiglia Charloux che continuò a lavorare alla qualità della tenuta. Fece inoltre costruire la «cattedrale», come viene anche chiamata la più grande cantina sotterranea del Médoc ad oggi. Responsabile della vinificazione è l'enologa talentuosa Magali Guyon, che ha ottenuto i suoi primi successi nella famosa tenuta di prestigio Lynch-Bages a Pauillac.

La Cardonne conta poco più di 40 ettari di vigna su terreni ghiaiosi, sabbiosi e calcarei. Sono coltivati al 50% con Merlot, che ottiene risultati particolarmente buoni sui terreni calcarei, al 45% con Cabernet Sauvignon e al 5% con Cabernet Franc; entrambi apprezzano il sottofondo ghiaioso. La coltivazione avviene nel rispetto dell'ambiente e segue le regole dall'agricoltura integrata. Ammostatura accurata e affinamento in piccole botti di rovere garantiscono un Médoc particolarmente classico con interessante potenziale di sviluppo, ben strutturato benché vellutato, in grado di competere a livello qualitativo con vini ben più costosi.        

Maggiori informazioni
  • ABC dei vitigni

    Cabernet Franc

    Di solito il Cabernet Franc è utilizzato come vino da taglio. Se vinificato in purezza, tuttavia, è molto difficile da identificare a seconda della regione da cui proviene: conoscendo i vini dal gusto pieno con note di marmellata realizzati con il Cabernet Franc come vino da taglio, non sarà facile riconoscerlo nelle note speziate e aspre di un monovitigno.

  • ABC dei vitigni

    Cabernet Sauvignon

    Uno dei vitigni più coltivati per la creazione di prodotti di alta qualità: il Cabernet Sauvignon predilige regioni più meridionali e un terreno caldo, sabbioso e sassoso. Eppure, ovunque cresce mantiene sempre il suo aroma inconfondibile.

  • ABC dei vitigni

    Merlot

    Benché l'origine di questo vitigno è sconosciuta, si sa che il Merlot si coltiva in Francia già da diversi secoli. È da lì peraltro che deriva il nome: «merle» in francese significa appunto merlo. Il vino prodotto con il Merlot è molto corposo, fruttato, con un evidente aroma di bacche.

23 valutazioni
Media valutazioni: 3.5 di 5
Ø 3.5

Valuta questo vino
  • Bewertung: 5 di 5
    6
  • Bewertung: 4 di 5
    9
  • Bewertung: 3 di 5
    2
  • Bewertung: 2 di 5
    5
  • Bewertung: 1 di 5
    1

Esperti

«Echter Bordeaux»
Valutazione : 4 da 5
Valutato il 02.10.2014 (annata valutata 2008)
Château la Cardonne gehörte bis 1990 zu den Weingütern der Familie Rothschild, wie der bekannteste der 1er Grand Cru Classés – Château Lafite Rothschild. Im Rebberg und Keller wurde also schon immer auf Spitzenniveau gearbeitet. Die neue Besitzerfamilie Charloux setzt das Qualitätsstreben weiter und konnte mit Magali Guyon, welche vorher auf Château Lynch Bages für die Rebberge und den Wein verantwortlich war, eine führende Spezialisten für sich gewinnen.
«Echter Bordeaux»
Valutazione : 4 da 5
Valutato il 14.08.2014 (annata valutata 2008)
Die Weine dieses Château gehören jedes Jahr zu den besten der AOC Médoc. Das ist echter Bordeaux-Geschmack zu fairem Preis.

Valutazioni dei clienti

«»
Valutazione : 4 di 5
Valutato da il 06.03.2018 (annata valutata 2008)
Ein feiner Medoc. Passt zu fast jedem Essen.
«»
Valutazione : 4 di 5
Valutato da il 23.01.2017 (annata valutata 2008)
Guter Wein, Klassiker von COOP.
«Zu alt»
Valutazione : 3 di 5
Valutato da il 19.01.2017 (annata valutata 2008)
War nicht schlecht, hat aber meiner Meinung nach bereits seinen Höhepunkt hinter sich (Januar 2017). Und wirklich günstig finde ich das auch nicht, für 20.- gibt es definitiv bessere Weine, Rothschild hin oder her. Durchschnittliche Bordeaux sind mir einfach zu teuer.
«Bof bof»
Valutazione : 2 di 5
Valutato da il 07.11.2016 (annata valutata 2008)
Pas terrible. Ne procure rien de spécial, aucune subtilité, arômes secs et sans complexité.
«»
Valutazione : 4 di 5
Valutato da il 04.11.2016 (annata valutata 2008)
Bestens bewährter Klassiker von COOP. Der 2008 ist jetzt Top und braucht keine weitere Lagerung !

Giudica questo vino

Giudizio*
Ancora 500 caratteri disponibili
* Campi obbligatori

I miei punti di vendita

Non è stato salvato ancora nessun punto di vendita. Selezionando ed evidenziando il punto di vendita preferito potrete visualizzare la disponibilità dei vini richiesti.

Punti di vendita preferiti

    Aggiungi punto di vendita

    I vini consigliati